Prodotti per lavastoviglie Almacabio: gel, sale e brillantante

Guida ai detersivi lavastoviglie: qual è il migliore?

Lavare i piatti in lavastoviglie è un grande aiuto perché ci permette di risparmiare tempo ed avere piatti, posate e bicchieri puliti ed igienizzati con poca fatica. Acquistare il detersivo per lavastoviglie, tuttavia, non è una scelta facile come potrebbe sembrare. 


La lavastoviglie è un elettrodomestico molto delicato che necessita di una manutenzione costante: i residui di sporco e gli accumuli di calcare, infatti, se non rimossi in tempo, possono provocare problemi alle guarnizioni, ai filtri, alle pareti, agli ugelli ed ai tubi dello scarico. Proprio per questi motivi è necessario affiancare all'utilizzo del detersivo due ulteriori prodotti specifici: il sale ed il brillantante.


Inoltre, la scelta del detersivo stesso deve essere fatta in base al tipo di sporco e alla durezza dell'acqua. Gel, polvere o compresse, in commercio esistono tante alternative e formati diversi – anche multiuso 2-in-1 e 3-in-1.


Dopo aver collaborato per più di 20 anni con alcuni dei più importanti marchi di lavastoviglie sul mercato, vogliamo darti i nostri consigli sull'utilizzo e la scelta del detersivo migliore in base al programma di lavaggio scelto.

SALE E BRILLANTANTE PER LAVASTOVIGLIE: COSA SONO E COME FUNZIONANO

Vediamo anzitutto cosa sono e a cosa servono il sale ed il brillantante. Cominciamo dal primo.

Il sale è il miglior alleato del detersivo. Serve a ridurre la durezza delle acque molto ricche di calcare. Le acque molto dure, infatti, ostacolano il funzionamento del detersivo e contribuiscono alla creazione di accumuli e incrostazioni che possono rovinare la lavastoviglie.


Perché accade questo? L'acqua contiene sali di calcio e magnesio che possono legarsi ai tensioattivi – i tensioattivi sono le molecole che staccano lo sporco grasso dai piatti – riducendo la capacità lavante del prodotto.


Sale purissimo per lavastoviglie Almacabio

Il sale va aggiunto in un apposito scomparto chiamato proprio "addolcitore" – una bocchetta posizionata in basso all'interno dell'elettrodomestico. Quando si vede una patina bianca sui bicchieri, l'80% delle volte questo è dovuto alla mancanza di sale.


Per tutte queste ragioni, il sale è indispensabile per avere una macchina efficiente, capace di durare a lungo nel tempo.

Anche il brillantante è essenziale per avere un risultato di lavaggio ottimale.


Nell'ultima fase del programma di lavaggio, la lavastoviglie effettua un risciacquo ad alta temperatura che ha la funzione di far evaporare l'acqua residua dalla superficie delle stoviglie.


Brillantante lavastoviglie Almacabio

Il brillantante entra in azione in questo momento: gli ingredienti di cui è composto favoriscono la formazione di un velo uniforme di acqua sulla superficie di piatti e bicchieri che evapora in maniera naturale.


In questo modo, non solo evita la formazione delle goccioline sulle stoviglie, ma dissolve anche le ultime tracce di calcare presenti nell'acqua. Per questa ragione, il brillantante è una sostanza naturale e assolutamente innocua, in particolare nel caso di prodotti ecologici.

DETERSIVO LAVASTOVIGLIE: COME SCEGLIERE?

I detersivi per lavastoviglie più diffusi si presentano sotto forma di gel, polvere e tabs (compresse). Oltre a questi, sempre più appetibili sono i prodotti 2-in-1 o tutto-in-uno, che contengono brillantante e sale.


Ma quale è il miglior formato? La verità è che dipende dal programma e dalla temperatura di lavaggio che andiamo ad utilizzare. Un buon detersivo per lavastoviglie fa risparmiare tempo, fatica e anche acqua (se usiamo bene la lavastoviglie).


NB: queste indicazioni valgono per la maggioranza delle macchine e possono migliorare i tuoi risultati di lavaggio abbinando il formato con il giusto programma di lavaggio. Tuttavia, se sulla tua lavastoviglie hai già trovato la "formula magica", continua ad adottarla!

1) DETERSIVO LIQUIDO GEL

Il detersivo liquido in gel è molto concentrato e richiede quindi attenzione in fase di dosaggio. Essendo piuttosto denso, in alcune condizioni può risultare difficile da sciogliere in acqua e qualche volta può capitare di trovare alcuni aloni e macchie sulle stoviglie dopo il lavaggio.


Per questo motivo, nella maggioranza delle macchine, con i detersivo liquido è più indicato utilizzare dei programmi a basse temperature (programma ECO a 40°C), che evitano l'addensarsi del prodotto e facilitano il suo corretto discioglimento.

2) DETERSIVO IN POLVERE

I detersivi per lavastoviglie in polvere sono ancora uno dei formati più utilizzati, grazie alla loro facilità di dosaggio e la loro efficacia sullo sporco grasso.


La principale accortezza che bisogna adottare con i prodotti in questo formato è quella di conservarli ben chiusi e a riparo da fonti di umidità. Infatti, le materie prime di cui sono composti sono particolarmente igroscopiche (assorbono umidità) e quindi c'é il rischio che con il tempo la polvere possa agglomerarsi ed indurirsi.


Il detersivo in polvere è molto efficace quando si lava con temperature più elevate, dai 55°C fino ai 65°C.

3) TABS (COMPRESSE)

Diffusesi molto per la loro praticità, le compresse per la lavastoviglie sono monodose e già pronte all’uso. Rispetto ai detersivi liquidi gel o in polvere, le compresse lavastoviglie si rivelano ottime non solo per la semplicità del dosaggio ma anche per l’elevata forza pulente.


Con le nuove formulazioni disponibili le tabs sono diventate sempre più efficaci nella rimozione dello sporco e hanno via via rimediato ai difetti iniziali come la difficoltà di sciogliersi e la buona riuscita della fase di asciugatura.


Tuttavia, queste richiedono temperature di dosaggio piuttosto elevate per sciogliersi bene – programmi a 65°C o 70°C.


E se volessimo utilizzare dei detersivi multifunzione?

DETERSIVI LAVASTOVIGLIE MULTIFUNZIONE

Negli ultimi anni si sono diffusi alcuni detersivi multifunzione, ovvero che non solo agiscono da detergente, ma anche da brillantante e/o da sale. Si possono trovare in formato liquido oppure compressa.


La loro caratteristica è quella di contenere ingredienti che, in condizioni normali di durezza dell'acqua, sono in grado di mantenere disciolto il calcare rendendo quindi superflui il brillantante ed il sale.


Tuttavia, se vi trovate in una zona dove l'acqua è dura (sopra i 25° Francesi) è molto probabile che il solo detersivo lavastoviglie non sia sufficiente per garantire un'adeguata brillantezza di piatti e bicchieri. In questo caso è consigliabile aggiungere del brillantante e regolare il suo dosaggio al minimo. Tuttavia, sarà possibile rendersi conto dell'effettiva esigenza di aggiungerlo solo dopo alcuni lavaggi di prova.


In particolare, sopra i 35°F è sicuramente necessario aggiungere di nuovo del sale per rigenerare le resine dell'addolcitore e contrastare l'azione dell'acqua molto dura.

Infine, possiamo concludere con alcuni consigli da tenere sempre presenti quando si adopera la lavastoviglie:

  • far andare il lavaggio quando si è a pieno carico, ottimizzando così l'uso di acqua ed elettricità;
  • mantenere il filtro pulito per avere un risultato migliore;
  • rimuovere lo sporco grossolano sulle stoviglie con un tovagliolo (magari uno di quelli appena usati).

La nuova formula delle tabs, oltre all'ottima efficacia pulente, unisce le virtù dell'agente brillantante e del sale lavastoviglie. Il suo funzionamento è ottimale con ogni programma ed eccelle nei lavaggi brevissimi sopra ai 60°C. Ogni compressa viene preservata da un microfilm idrosolubile capace di sciogliersi completamente. 100% privo di plastica.


Per lavaggio in lavastoviglie

Lavaggi: 25

Dosaggio medio: 1 compressa

Costo per lavaggio: € 0,31

Certificazioni: Bio C.E.Q. & VeganOK

Astuccio: cartoncino senza plastica e film idrosolubile

Non contiene: fosforo, conservanti, ingredienti di origine animale

Torna al blog