Come lavare la lana in lavatrice senza rovinarla

Vi è mai capitato di aprire l’oblò della lavatrice ed estrarne il vostro maglione preferito rimpicciolito di tre taglie e duro come un mattone? Se anche voi avete vissuto questa tragedia forse è il caso di continuare a leggere questa breve guida su come lavare la lana in lavatrice senza rovinarla.


Già, perché questo morbidissimo e adorabile tessuto è tra i più difficili da lavare e anche i maestri della lavatrice potrebbero avere qualche problema.

Ecco perciò i nostri pratici consigli per il lavaggio della lana.


Usare un detersivo specifico


Quando si parla di lana scordatevi di poter usare un qualsiasi detersivo. Utilizzare un prodotto creato apposta per la lana è obbligatorio. I detersivi specifici, come il nostro Angora&Cashmere, proteggono le fibre animali della lana, mantenendone elasticità e morbidezza.


Selezionare il programma per la lana


La maggior parte delle lavatrici moderne ha un programma appositamente pensato per il capi di lana. Non dimenticatevi di usarlo. Maglie e maglioni di lana infatti sono molto delicati e un programma meno “attento” potrebbe rovinarli irrimediabilmente.


Escludere la centrifuga e asciugare a mano


Quando si lava la lana meglio evitare che i capi subiscano forti sollecitazioni. Escludere o abbassare i giri della centrifuga è senza dubbio una scelta lungimirante. Una volta tolti i panni di lana dal cestello potete arrotolarli in un asciugamano e tamponarli delicatamente per eliminare l’acqua in eccesso.


Andare a fondo


I moderni detergenti ecologici per il bucato sono efficaci quanto le loro alternative convenzionali. Come abbiamo visto, però, se vogliamo ottenere una resa perfetta dobbiamo seguire le giuste indicazioni.